Valdichiana - Progetto Borsano - area edificabile Toscana Arezzo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Val di Chiana 
Distanza da Borsano: 5 km
La Valdichiana è una grande vallata che si estende da Arezzo fino ad Orvieto ed è circondata da un paesaggio collinare nel quale sono stati fondati, nel corso dei secoli, numerosi paesi attorno alle antiche roccaforti utilizzate per dominare la valle e controllarla in epoca medievale. Oggi in gran parte questi insediamenti si sono trasformati in città più o meno piccole e in altri casi sono rimasti piccoli borghi o paese agricoli.

Da vedere
La Val di Chiana a tanto da offrire ai suoi visitatori:  paesaggi mozzafiato, borghi medioevali da visitare, prodotti tipici e genuini, gastronomia tra le migliori d'italia. Tra i borghi da visitare spiccano Monte San Savino, Lucignano e Cortona. 

Monte San Savino è un borgo rinascimentale dove poter fare una passeggiata per i caratteristici vicoli e scoprire il ghetto ebraico, la chiesa di S. Agostino con l’assunzione di Giorgio Vasari, nel presbitero della stessa. Una breve visita merita anche il "Palazzo del Monte dai giardini pensili" che si trova in un'area nascosta in mezzo al paese.

Il piccolo borgo di Lucignano rappresenta uno degli esempi più straordinari di urbanistica medievale, per il suo impianto a forma ellittica ad anelli concentrici, pervenutoci intatto nei secoli. Percorrendo le strette strade fiancheggiate dalle abitazioni in pietra e mattoni, si raggiunge nella zona alta il cuore del paese: la piazza del Tribunale, sulla quale si affacciano il Palazzo Comunale, la Chiesa di S. Francesco e la Collegiata. All’interno del duecentesco Palazzo Comunale si trova il Museo, custode dei tesori del paese: opere d’Arte del Medioevo e del Rinascimento Toscano, fra le quali spicca il magnifico Albero d’Oro. Meritano una visita anche il santuario della Madonna della Querce, attribuito al Vasari e posto fuori dal centro storico (1568) il convento dei padri Cappuccini (1580 ca.) le chiese della Misericordia (1582).

Gargonza è un luogo ideale e strategico per ripercorrere le strade di San Francesco. Visitare quindi “le Celle di Cortona” in val di chiana e riscoprire quindi l’ultimo passaggio di San Francesco prima del ritorno ad Assisi, a pochi mesi prima della sua morte. Assisi in Umbria dista circa 70 km da Gargonza e può essere anche visitata in giornata con la Basilica Papale di San Francesco e Sacro Convento, la Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola e la Basilica Santa Chiara.

Assolutamente da non perdere, per gli amanti della bici,  è il Sentiero della bonifica, fruibile di nuovo dopo anni di abbandono. Il sentiero si trova in m,ezzo alla val di chiana e costeggia il canale Maestro della Chiana e parte dalla Chiusa dei Monaci alle porte di Arezzo fino ad arrivare a Chiusi. Oltre ad essere un sentiero pianeggiante (cosa rara in questa parte di Toscana) e quindi adatto anche a famiglie con bambini è ideale per ripercorrere le tracce della lunga lotta di granduchi e governanti, braccianti e agricoltori contro le antiche paludi.

In Val di Chiana potete trovare numerose aziende agricole, ristoranti tipici o sagre locali dove peter gustare i suoi prodotti tipici famosi in tutto il mondo come la bistecca Chianina (chiamta anche fiorentina) o la sua produzione vinicola (Chianti, Nobile di montepulciano, Brunello di montalcino) o i sui prodotti di frutta e verdura stagionali: da sempre la val di chiana è considerata il granaio delle civiltà entrusche e romane proprio a causa della sua fertilità e della grande produzione agricola e vinicola che ha sempre caratterizzato questo angolo d'Italia.

(Ecco come descrive la Val di Chiana Johann Wolfgang von Goethe, in "Viaggio in Italia" )
« Non è possibile vedere campi più belli; non vi ha una gola di terreno la quale non sia lavorata alla perfezione, preparata alla seminazione. Il formento vi cresce rigoglioso, e sembra rinvenire in questi terreni tutte le condizioni che si richieggono a farlo prosperare. Nel secondo anno seminano fave per i cavalli, imperocché qui non cresce avena. Seminano pure lupini, i quali ora sono già verdi, e portano i loro frutti nel mese di marzo. Il lino pure è già seminato; nella terra tutto l'inverno, ed il freddo, il gelo lo rendono più tenace. »

Torna ai contenuti | Torna al menu